Lontano dalle piste, camminare e lasciarsi sfiorare dalla natura innevata attraverso il paesaggio invernale.
I dieci migliori sentieri escursionistici invernali conducono a piste preparate attraverso un paesaggio punteggiato di vette e boschi ricoperti di neve. Durante il cammino si può sperimentare il meglio dell’inverno e una volta giunti alla meta o lungo il percorso ci si può riscaldare in una Stube con specialità altoatesine.

Suggerimento:

Dall'Alpe di Villandro al Corno di Renon

Panorama a 360°. Escursione invernale lunga dalla baita Gasser fino al Corno del Renon. 

Inizio e arrivo dell'itinerario: Baita Gasser

Durata: 6:30 h
Distanza: 18,5 km
Dislivello: 570 m
Altitudine Max: 2.260 m


Percorso:
Il punto di partenza dell'escursione invernale al Corno del Renon è il parcheggio Saltnerstein sull'Alpe di Villandro. Da lì si segue il sentiero tracciato fino alla malga Mair in Plun dove si gira a sinistra verso la Sella dei Sentieri - Gasteiger Sattel. Proseguendo sul sentiero invernale si raggiunge il Corno del Renon. 
Direttamente sul sentiero si trovano diversi punti di ristori: la "Mair in Plun Hüte", il rifugio "Oberes Horn" e il rifugio Gasser. Il ritorno avviene sul percorso di andata. 
 
Indicazione stradali: Sull' A 22 fino a Chiusa. Prendere l'uscita e proseguire fino a Villandro, badare alla segnaletica "Gasserhütte".

Parcheggio:  Baita Gasserhütte
Trasporto pubblico:  Con il treno fino a Chiusa e con l'autobus fino a Villandro, cioè al maso Samerberghof. Da qui a piedi in 50 minuti fino alla baita Gasser.